Congresso sulla “Stimolazione trigeminale” il 4 e il 5 aprile “proprioceptive trigeminocardiac reflex”

Posted on : 18-08-2013 | By : Daniele | In : news dalla scienza

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Bookmark and Share

 



Raramente si considera l’importanza che il sistema trigeminale ha nella regolazione di importanti funzioni corporee e delle implicazioni che si possono avere anche nella vita dell’organismo. Nella  cultura odontoiatrica si privilegia l’estetica e la cosmesi dentale, ma l’interesse di molti professionisti e di prestigiose Società scientifiche si sta concentrando verso funzionalità e  benessere, piuttosto che all’estetica cinematografica e televisiva. I costi per l’assistenza sanitaria stanno diventando insostenibili ed anche nuovi concetti in odontoiatria devono ricercare funzione e salute a costi estremamente ridotti.
 
Un argomento di interesse è quello delle emergenze in odontoiatria.
Con che frequenza si presentano? Qual è la più comune? La più grave è un rallentamento nei pazienti di frequenza del battito cardiaco fino all’arresto, la frequenza è maggiore di quello che pensiamo. Sono colpiti in prevalenza giovani adulti sani. Questi eventi spiacevoli sono provocati dal riflesso trigeminocardiaco argomento del congresso. Come funziona? La sensibilità dolorosa del capo finisce nelle vie trigeminali e talvolta provoca una stimolazione simpatica (aumenta pressione e frequenza cardiaca), altre volte invece provoca abbassamento di pressione e frequenza cardiaca fino all’arresto. Tutte le pratiche che provocano dolore nel viso possono mandare il soggetto in asistolia. Alcuni casi di piercing, la chirurgia maxillo facciale, quella oculare (la sensibilità dell’occhio finisce nelle vie trigeminali), la piccola chirurgia facciale (a scopo estetico o meno) sono stati seguiti da asistolia. Addirittura è capitato di vedere il rigurgito acido che dallo stomaco è andato nelle cavità nasali del neonato scatenare questo riflesso in maniera così importante da procurargli la morte. Durante quali tipi di chirurgia questi fenomeni sono più frequenti? Quali fattori predispongono all’evento? Questo sarà l’argomento di una mia relazione. Il Prof. Marcello Brunelli ci parlerà invece di quali accorgimenti usare per prevenire queste situazioni, attraverso la comunicazione di esperimenti condotti sull’uomo sulle modifiche della soglia del dolore. Si tratta dell’illustre scienziato che per primo ha dimostrato per primo il ruolo del cAMP quando lavorava da Kandel, che ha lavorato sul sonno con Moruzzi, che ha dimostrato per primo la liberazione circadiana degli ormoni e tanti altri studi ancora.
Lo stretching mandibolare abbassa, nei soggetti sani, pressione e frequenza cardiaca

Nel vertebrato (ratto) aumenta la quantità di sangue che arriva al cervello.

Si sono studiate le modifiche a lungo termine sui piccoli vasi che vanno alla corteccia cerebrale, modificando la lunghezza dei muscoli masticatori e si sono avute sorprese interessanti.Durante l’estensione mandibolare forzata di 10 minuti c’è una vasocostrizione delle arteriole cerebrali. Rimosso il dispositivo intraorale si vasodilatano per un tempo lungo, mentre la pressione arteriosa media si abbassa subito. Questi fenomeni non avvengono dopo dissezione delle tre branche del nervo trigemino e sono stati seguiti per tre ore.

Lo stretching mandibolare nello sport.

Tutti gli effetti sopradetti sono dovuti all’attivazione di meccanismi vagali. In tutti gli sport si praticano modalità di allenamento diverse per ottenere la massima prestazione e che sono diverse tra loro. Una cosa che li accomuna tutti invece è la necessità del ristoro, dopo una buona prestazione e l’attivazione di meccanismi vagali (con lo stretching mandibolare) è importante. Un atleta riposato rende di più. http://www.danieletonlorenzi.it/category/sport/

Attualmente il dispositivo Spring Device ® è commercializzato da

info@quasardental.com - Tel. +39 345 8987827

Website: www.quasardental.it –

Alterazioni del sistema stress relax. Oltre il bruxismo

Posted on : 26-12-2011 | By : Daniele | In : news dalla scienza

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , ,

Bookmark and Share
Le correlazioni tra bruxismo e alterazione del sistema “stress-relax” (sistema autonomico) sono documentate nell’articolo
http://www.medicitalia.it/minforma/Odontoiatria-e-odontostomatologia/699/Bruxismo-come-riconoscerlo-e-come-affrontarlo

l’obesità e lo stress sono tra gli argomenti dell’articolo

Altre patologie correlate allo stress sono:

  1. Ipertensione http://hyper.ahajournals.org/content/53/2/205.full
  2. L’infarto cardiaco acuto aumenta di pericolosità con l’aumentare del sistema simpatico (quando aumenta lo stress); http://circ.ahajournals.org/content/109/19/2285.full
  3. Morte improvvisa da accidenti cardiovascolari http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15749187
  4. Depressione correlata a alterazione del sistema autonomo e aumento del rischio di infarto http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21109205 http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19552486
  5. scompenso cardiaco cronico http://circ.ahajournals.org/content/73/5/913.full.pdf
  6. insufficienza renale http://ndt.oxfordjournals.org/content/15/11/1735.full
  7. diabete mellito http://circ.ahajournals.org/content/108/25/3097 anche se non è al momento possibile definire se l’iperinsulinemia sia la causa o la conseguenza dell’ipertono adrenergico.
  8. obesità http://hyper.ahajournals.org/content/42/5/873.long
  9. sindrome metabolica http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15933859
  10. sindrome delle apnee ostruttive http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21521626
  11. pre-eclapsia (ipertensione in gravidanza ed aumento della proteinuria) http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12620697
  12. colite ulcerosa http://ajpregu.physiology.org/content/290/1/R224.long
  13. dislipidemie  http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22005190

Sport, stress e performance, bite, stretching e pubblicazioni importanti.

Posted on : 15-03-2011 | By : Daniele | In : Sport

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Bookmark and Share

Sport di “potenza esplosiva” es. calcio, atletica leggera, pallavolo, ciclismo, tennis, ecc.

 

L’atleta ha la necessità di dare il massimo nelle prestazioni e necessariamente
pone grande attenzione ai programmi di allenamento. Durante la gara, mediante
il meccanismo dello stress (attivazione dell’ortosimpatico), si libera
adrenalina e noradrenalina, influenzando tra l’altro stati emozionali
(sofferenza, paura, aggressività, rabbia).
Le conseguenze sono:
  • Aumento della gittata cardiaca e della pressione arteriosa;
  • Aumento del flusso di sangue a cuore e muscoli scheletrici;
  • Aumento del metabolismo energetico e della temperatura corporea;
  • Aumento della glicemia, azione catabolica.
Nessun atleta o preparatore si sognerebbe mai di rinunciare a questo
“potenziamento di muscoli scheletrici e del cuore”, che avviene per lo
stress così detto fisiologico (eustress). L’ideale, finita la gara, sarebbe che,
sofferenza, paura, aggressività e rabbia finissero immediatamente, in modo da
consentire all’atleta di recuperare e riposare dalla fatica, ripristinando al
massimo la riserva energetica e recuperando il relax necessario
(fase di ristoro attraverso meccanismi vagali e parasimpatici).
Se tra una prestazione e l’altra non si ha questo recupero delle risorse,
si va incontro a una fase detta “distress” (stress cronico) che può
danneggiare l’atleta.
Laddove, nell’intervallo tra le diverse gare si ritenga che il
meccanismo dello stress giochi un ruolo importante nell’ansia,
il potenziamento dei meccanismi vagali che inducono relax
(con conseguente riduzione di quelli ortosimpatici che inducono lo stress)
sarebbe auspicabile per il rilassamento che induce.
Abbiamo studiato un dispositivo chiamato "spring device" (R) distribuito
da Asa Dental che è così rilassante da indurre riduzione della pressione
e della frequenza cardiaca se "masticato per 10 minuti.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23479456
I meccanismi che fanno ridurre questi parametri cardiaci sono meccanismi
antistress e spesso andrebbero presi in considerazione maggiore nei momenti
in cui gli atleti devono recuperare le loro forze (fase di ristoro).
Attenzione quindi alle prestazioni, ricordiamo però che l'atleta ha
bisogno del recupero.

Sport in cui la concentrazione è più importante della potenza esplosiva.

 

Il decreto 24 gennaio 2007 del Ministero della Salute regola la
“Revisione della lista dei farmaci, delle sostanze biologicamente o
farmacologicamente attive e delle pratiche mediche, il cui
impiego è considerato  doping, ai sensi della legge
14 dicembre 2000, n. 376.”. In alcuni sport
(automobilismo, motociclismo, sci, biliardo, tiro, ecc.)
dove lo stress e l’aspetto ansioso sono prevalenti a quello di potenza,
la riduzione di pressione e frequenza cardiaca è ancora più importante,
i betabloccanti sono considerati, infatti, sostanze illecite.
Naturalmente, oltre ad essere proibite dalla legge per illecito sportivo,
causano anche grossi danni alla salute. L'articolo succitato indica che
l’allungamento dei muscoli della masticazione, ha effetti simili
a quelli vagali indotti dai betabloccanti.
Il dispositivo suddetto ® che attraverso uno stretching dinamico mandibolare
(contrazione-allungamento) dei muscoli dell’apparato masticatorio,
induce una diminuzione della frequenza dei battiti cardiaci e della pressione
arteriosa sistolica e diastolica, come con l’uso dei betabloccanti.
Funziona attraverso l’attivazione del riflesso trigeminocardiaco,
il più potente riflesso vagale del vertebrato che induce relax per
la necessaria fase di ristoro.
Se in molti sport è consigliata, da lungo tempo, la correzione del morso
con bite di altezza fisiologica (normale), durante la gara per coordinare
il più possibile il gesto atletico, noi presentiamo un dispositivo da
stretching mandibolare per ottenere il necessario ristoro da utilizzare
lontano dalle gare.
Funziona in maniera standard, ma potrebbe anche essere personalizzato
per avere effetti migliori.
Tutte le volte che il medico sportivo ne valuti l’opportunità,
è possibile stimolando il vago, “frenare” l’azione del sistema
ortosimpatico (quello dello stress) in alcuni sport dove,
come già detto, l'importanza della concentrazione è prevalente
a quella di potenza e nel periodo intercorrente tra le gare,
ogniqualvolta l’atleta abbia necessità di recuperare le forze.
Finito il discorso sullo sport aggiungiamo a queste osservazioni
che serrando i denti per 30 secondi, si aumenta la pressione
di 3,2 mm di mercurio, serrando per un minuto la pressione va
incontro ad un aumento di 5,5 mm di mercurio
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/277577.
Questi dati aggiunti agli esperimenti da noi fatti indicano che i muscoli
della masticazione hanno un ruolo importante nell’armonia del sistema
stress (contrazione muscoli masticazione) e relax
(stretching dei muscoli mandibolari).
Il nostro studio dimostra che l'uso di "spring device"
per 10 minuti è un antistress così potente in grado di
abbassare la pressione e la frequenza cardiaca.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23479456
Attenzione ad introdurre modifiche in atleti agonisti durante le attività.
Se siete interessati all'argomento non considerate quanti sportivi
(di qualsiasi sport) e quante fotomodelle usano terapie odontoiatriche
del commercio, ma solo quanti studi pubblicati su PubMed hanno. Nessuno.
Sono in corso studi su pedana stabilometrica e posturometrica.
Le relazioni del sabato mattina
http://www.trigeminale2013.it/wp-content/uploads/programma-convegno-Trigeminale.pdf
"Ruolo del controllo nervoso autonomo nell’attività sportiva"
e "Gestione dello stress nello sportivo" illustreranno lo stato dell'arte e
gli esperimenti su sportivi di alto livello.
La presenza del medico sociale della Fiorentina (con tanti altri titoli)
http://www.trigeminale2013.it/galanti/ e di
http://www.trigeminale2013.it/marella/
da la giusta importanza di questo convegno.
 







 

Privacy Policy benessere.me